In un periodo come quello attuale, gli effetti dei cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti. 

A luglio, quando sono cominciati i lavori per l’Intergovernmental Panel on Climate Change, sono stati riportati i dati relativi agli eventi dell’ultimo anno, come alluvioni e piogge devastanti, che sono divenuti ormai un campanello d’allarme che non può più essere ignorato.

Petteri Taalas, il segretario generale dell’Organizzazione Mondiale del Clima ha affermato infatti che “Il cambiamento climatico è già molto visibile. Non dobbiamo dire alla gente che esiste. Stiamo assistendo a eventi più estremi. Ondate di caldo, siccità e inondazioni in Europa e in Cina. Il massiccio riscaldamento nell’Artico sta influenzando le dinamiche atmosferiche nell’emisfero settentrionale, come evidenziato dai sistemi meteorologici stagnanti e dai cambiamenti nel comportamento della corrente a getto.”

Siccità prolungate, nevicate fuori stagione e alluvioni sono fenomeni all’ordine del giorno, anche in paesi che fino a pochi anni fa erano considerati miti. 

Ma oltre ai danni ambientali e climatici questo tipo di fenomeni atmosferici apportano numerosi danni anche alle abitazioni, sconvolgendo la vita di tutti i giorni.

Quello che vogliamo noi affrontare in quest’articolo è il tema del post allagamento. Ripulire dopo un’alluvione può sembrare un compito arduo. Ed è importante prepararsi bene e pianificare come affrontare i danni. 

Qui di seguito troverete delle linee guida per riportare la vostra casa a standard vivibili nel più breve tempo possibile.

La sicurezza prima di tutto 

La prima priorità è la sicurezza. Anche se il primo impulso potrebbe essere quello di iniziare a pulire, dovete proteggervi da potenziali pericoli. L’acqua potrebbe aver portato con sé liquami, ed altre sostanze dalla rete fognaria e potrebbe non essere sicuro agire senza pensare. 

Come prima cosa chiudete il gas e staccate la corrente elettrica, indossate stivali di gomma onde evitare di prendere la scossa. Chiamate poi un elettricista per far controllare l’impianto elettrico.

Ricordate anche di indossare indumenti a maniche lunghe e jeans mentre siete in casa, usate guanti di gomma o di lattice per proteggere le mani. Se vedete già spuntare la muffa, indossate una mascherina che copra sia il naso che la bocca. 

Aprite le finestre per favorire la ventilazione.

Iniziate a sgomberare la casa

Dopo aver pensato alla sicurezza pensate a rimuovere tutti i mobili, la moquette e la biancheria da letto impregnati d’acqua, entro 24 ore dall’allagamento. 

Il materiale scartato deve essere conservato in loco affinché, in caso abbiate stipulato un’assicurazione, possiate mostrarli poi al perito assicurativo.

I materassi e i mobili imbottiti probabilmente dovrete portarli in discarica. 

Gli elettrodomestici dovranno essere controllati da personale esperto, prima di decidere se debbano essere buttati o salvati.

I mobili in plastica, metallo e legno massiccio possono essere recuperati. Dopo averli portati all’esterno lasciateli asciugare, ma lontano da fonti di calore e dalla luce solare diretta. 

Per quanto riguarda i prodotti alimentari, vi consigliamo di buttare tutto ciò che non era stato chiuso ermeticamente. 

Dovrete rimuovere tutto quello che potrete per consentire così ad una ditta specializzata di pulire adeguatamente la vostra casa dopo l’allagamento. 

Le pulizie post allagamento a chi affidarsi 

Per le pulizie post allagamento consigliamo di contattare una ditta specializzata, come Ditta Pulizie Roma, che nell’ordine procederà: 

  • all’eliminazione dell’acqua;
  • a utilizzare delle pompe specifiche che possono essere ad immersione o elettriche per riuscire ad aspirare tutta l’acqua presente nell’ambiente allagato;
  • alla rimozione di detriti e fanghi con macchinari professionali;
  • a disinfettare, sanificare e bonificare tutti gli ambienti allagati;
  • ad asciugare gli ambienti, muri e arredi.

In seguito alle operazioni di bonifica, i muri, i pavimenti, i mobili e tutte le zone colpite dall’acqua ritorneranno ad essere pulite e vivibili.

Infine, da ricordare che quando avviene un’alluvione, è necessario anche asciugare gli ambienti ed eliminare tutta l’umidità che si è infiltrata nei muri.

Per richiedere un preventivo gratuito per delle pulizie post allagamento compilare il form.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.