Credito d’imposta Sanificazione Covid-19

Il credito d’imposta sanificazione covid-19 rappresenta un ottimo strumento per migliorare la vita dei lavoratori, non di rado anche salvarla, cercando di mantenere il più possibile i conti sotto controllo. La dovuta diligenza, in questo periodo, porta a controllare periodicamente le varie disposizioni che lo stato mette in campo per la salvaguardia della popolazione e visto che stiamo vivendo un periodo molto complicato è necessario studiare bene tutte le disposizioni e prendere le decisioni per tempo.

Nel corso degli ultimi mesi sono stati creati vari dpcm e molti non propriamente ben scritti, ma probabilmente a fare da spartiacque è stato il decreto Cura Italia nel quale si trova, tra le altre cose, anche il Decreto Legge 23/2020 che spiega per punto e per segno quali sono gli interventi, i beneficiari e le informazioni finanziarie.

Il credito d’imposta sanificazione covid-19: quali sono le caratteristiche del D.L. 23/2020?

In primo luogo si stabiliscono una volta per tutte quelle che sono le contromisure per proteggersi e proteggere dal  corona virus, cosa per altro rimarcata da altri provvedimenti e offre la possibilità di offrire un credito d’imposta del 60% fino ad un massimo di ventimila euro su una serie di dispositivi in grado di rendere la minaccia meno pressante ed pervasiva.

Nello specifico si parte dalla sanificazione degli ambienti da fare periodicamente. Questa tecnica è molto importante, perché riesce ad eliminare batteri e virus in pochissimo tempo e senza creare problemi alla merce ed alla struttura del locale. Quindi si parla dei dispositivi di protezione individuale, come le mascherine, siano esse chirurgiche, ffp2 ed ffp3 ma senza guarnizione. Sono inclusi tra i dpi anche i guanti e le tute protettive ed i calzari. Sono incluse anche protezioni come le barriere e pannelli protettivi, senza naturalmente dimenticare, i detergenti mani. Altro punto importante di questo dispositivo è la definizione del pubblico dei beneficiari che includono coloro che hanno una libera professione, un’attività artistica e gli esercenti commerciali.

Questo decreto è sufficiente per tutto il nostro paese?

Il problema dell’Italia è che la sua struttura economica è formata per la maggioranza da piccole imprese, ciò significa, che sono molti coloro che si stanno trovando nella condizione di accedere a questa agevolazione. Si deve quindi tenere presente che bisognerà finanziare il fondo, in modo da poter fare aderire a questa agevolazione, il maggior numero di imprese. Per ora comunque sta dando ottimi risultati e rappresenta la soluzione migliore per coloro che hanno deciso di riaprire.

Perchè scegliere noi per una sanificazione ambientale?

Per ogni singolo servizio che offriamo, abbiamo deciso di non adottare un listino con prezzi fissi e rigidi, ma di partire da un’analisi delle esigenze del singolo cliente. Contatta il nostro Staff per un Preventivo e Sopralluogo Gratis, sarai ricontattato nel più breve tempo possibile.